Disegno taccuino appunti

BLOG

Escursione dal Gardeccia ai rifugi Preuss, Vajolet, Principe e al lago d'Antermoia

Escursione classica: dal Gardeccia al Rifugio Vajolet, Passo Principe e Antermoia

Mercoledì 30 maggio 2018

 

Il rifugio Preuss

 ll Rifugio Preuss visto dal sentiero

 

-Percorrenza 6 ore-

-Difficoltà Difficile-

 

Questa famosa escursione che attraversa il gruppo del Catinaccio-Rosengarten fino al bellissimo lago d'Antermoia è una delle più belle e suggestive della Val di Fassa. L'itinerario è lungo e bisogna essere preparati fisicamente, però offre paesaggi unici con viste mozzafiato.

La partenza è dal parcheggio della seggiovia di Pera di Fassa con il bus navetta che porta al rifugio Gardeccia a 1949 metri s.l.m. (partenze piuttosto frequenti - € 6 per adulti).

Da qui si prende il sentiero in direzione del rifugio Vajolet. Man mano che si prosegue il bosco si dirada e ci si ritrova in un ambiente roccioso dall'aspetto lunare, in lontananza si scorge il rifugio Preuss in cima ad una roccia. 

 

Vista dal rifugio Preuss e Vajolet

La vista dai rifugi Preuss e Vajolet

 

Dopo aver superato la ripida salita ai rifugi si continua sempre lungo la via, in direzione rifugio Principe. Il sentiero continua ad inerpicarsi lungo la valle e il paesaggio è sempre molto suggestivo.

 

la val di vajolet

 La Val di Vajolet dal sentiero che conduce al rifugio Principe

 

Una volta giunti al rifugio Principe si sale a destra, lungo il piccolo sentiero. Questa parte è più tecnica, seguendo la traccia di sentiero si raggiunge il passo Antermoia a 2770 metri s.l.m., il punto più alto dell'escursione. In alternativa c'è anche il passaggio in ferrata, una via famosa adatta ai più esperti oppure da percorrere con una guida alpina.

 

rifugio principe

 Il rifugio Principe 

 

passo Antermoia

 Il passo Antermoia

 

vista dal passo Antermoia

 La vista dal passo Antermoia verso la val di Vajolet

 

 

Arrivati al passo Antermoia si inizia a scendere lungo il sentiero che porta al Valon de Antermoia, bisogna stare attenti perché anche d'estate potrebbe esserci della neve che rende il fondo scivoloso. Una volta in fondo, la valle di origine glaciale è pianeggiante, dopo poco si raggiunge il famoso lago d'Antermoia dove, dice la leggenda, un tempo si ritrovavano le streghe della Val di Fassa. Da qui in pochi minuti si raggiunge il rifugio Antermoia e poi si prosegue scendendo verso il Passo di Dona prima e Passo delle Ciaregole (Ciarèjoles) poi. Continuando a scendere si rientra nel bosco e in poco tempo si raggiunge la Val Duron lungo il sentiero 578. Una volta li si prosegue incrociando la Baita Lino Brach e il rifugio Micheluzzi e poi scendendo lungo la forestale della Val Duron fino a Campitello di Fassa.

Una giornata lunga e faticosa che vi darà grandi emozioni e lascerà senza dubbio ricordi unici e preziosi.

 

valon de antermoa

 Valon d'Antermoia, sullo sfondo la Marmolada

 

lago d'antermoia 
Il famoso e bellissimo lago d'Antermoia

 

rifugio antermoia

 Il rifugio Antermoia

 

val duron, sassolungo

 La discesa verso la val Duron, sulla destra il Sassopiatto

 

 

 

 

mappa gita d'antermoia

 Mappa dell'escursione

 

 Altre escursioni:

 

Escursione classica: Col Rodella | Sassopiatto | Val Duron

 

Tesori Nascosti: il sentiero delle Farfalle | Campitello | Pra Molin | Val Duron

 

Eventi e attività: Colazione all'alba | Passo Pordoi | Belvedere